Tecnico ortopedico: campagna per fronteggiare l’esercizio abusivo della professione

Il presidente dell’Ordine Franco Ascolese, insieme al presidente della Commissione d’albo Tecnici Ortopedici, Roberto Genovese Caserta, ha intrapreso una serie di azioni per contrastare il fenomeno dell’esercizio abusivo della professione partendo da una prima attività di ricognizione dei tecnici operanti nelle imprese produttrici di dispositivi orto-protesici su misura. L’obiettivo è la condivisione e la trasparenza mirata ad una maggiore qualificazione professionale del Tecnico Ortopedico in difesa del cittadino-utente. E’ stato precisato che tutti gli atti professionali del Tecnico ortopedico, di cui al relativo profilo professionale, sono esclusivo appannaggio della professione sanitaria e possono essere esercitati solo dal professionista regolarmente iscritto all’Albo.

La Legge n.3 del 2018 impone, infatti, l’obbligo d’iscrizione per tutti coloro che esercitano la professione sanitaria, ovunque operanti, in ambito pubblico, come titolare o dipendente di azienda, sia abilitata che non alle forniture al Servizio sanitario o da libero professionista. Integra il reato anche la mancata iscrizione presso il corrispondente albo. Auspicata, pertanto, una piena collaborazione da parte di tutte le imprese del territorio.